obbligo pos commercianti professionistiSul filo del rasoio, a 48 dal termine ultimo, il 26 febbraio è stata approvata dal Senato, in via definitiva, la legge di conversione del Decreto Milleproroghe (D.L. n. 150/2013).

Tra le diverse novità che seguono la sua approvazione, troviamo lo slittamento di sei mesi dell’entrata in vigore dell’obbligo da parte degli esercizi commerciali e dei professionisti di garantire ai propri clienti il pagamento anche per mezzo POS (Point of Sale), il dispositivo elettronico che consente di effettuare pagamenti con carte di credito, di debito e prepagate. 

Il termine ultimo che vedeva scattare l’obbligatorietà era stato fissato, secondo l’articolo 15, comma 4, del Dl 179/12, al 1° gennaio 2014; oggi, invece, la nuova data da tenere a mente è il 30 giugno 2014.

I soggetti coinvolti da tale obbligo restano attualmente tutte quelle attività che nel 2013 hanno dichiarato un fatturato superiore ai 200.000 euro e per pagamenti, da parte di privati, di prodotti e servizi di importo superiore a 30 euro.

Trovandosi in contrasto con quanto approvato lo scorso gennaio con il decreto interministeriale in materia di “disposizioni sui pagamenti elettronici”, tale slittamento porterà di certo a possibili ed ulteriori modifiche del regolamento da parte del nuovo Governo Renzi.

Ad ogni modo,  commercianti e professionisti avranno più tempo per adattarsi al cambiamento e valutare i benefici di una vita con sempre minor contante in cassa e più in conto; perché, ci piace ricordare, la moneta elettronica è più sicura, facile e veloce!

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone