osservatorio-politecnico-pagamenti-digitali_t

 

“Gli italiani rivelano una progressiva ma inesorabile adozione delle carte di pagamento
come mezzo per le proprie transazioni”
(Alessandro Perego – Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Mobile Payment and Commerce)

 

Buone nuove nel campo dei pagamenti digitali, l’Italia si dimostra sempre più attenta ad una vita libera dal contante che risulta essere sempre più pratica, veloce e sicura.

I nuovi pagamenti elettronici, in Italia, valgono ben 15 miliardi di euro, a questi vanno poi aggiunti quelli con carta di credito che ammontano a 135 miliardi e che registrano una crescita del 10%. Lo scontrino medio ha subito una contrazione (da 77 a 75 euro), è vero, ma non va visto come segnale negativo, bensì come indicatore di un maggior utilizzo quotidiano delle carte di pagamento.

Nell’ultimo anno, un italiano su dieci ha acquistato un biglietto di viaggio tramite smartphone, è triplicata la circolazione delle carte contactless arrivando nel 2013 a toccare i  6 milioni ed è quadruplicato il numero dei POS abilitati che raggiungono i 150 mila.

Ottima crescita anche nel campo dell’eCommerce che è arrivata al 20% in più dello scorso anno (12 miliardi di euro) il cui 92% del transato avviene tramite carte di credito/prepagate o PayPal.

Per quanto riguarda l’andamento dell’ePayment (che racchiude al suo interno i pagamenti di ricariche, bollette, tasse e multe attraverso sistemi online), invece, il valore sfiora i 2 miliardi di euro.

Non solo basandoci su quelle che possono essere definite “mode del momento”, ma anche viste le ultime riforme in materia, non ultimo il Decreto Sviluppo Bis che obbliga la PA a ricevere pagamenti in formato elettronico, di certo, possiamo ben intuire che tali forme di pagamento diventeranno sempre più familiari ai cittadini italiani.

Dati: Osservatorio Mobile Payment and Commerce del Politecnico di Milano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone