Mentre il resto del mondo arranca nella guerra al contante, la Gran Bretagna fa sognare i pagamenti digitali; infatti, ogni cinque sterline spese dai regnanti della Regina Elisabetta solo una è spesa mezzo contante. Secondo la stima della banca Halifax e pubblicata dal Times di Londra, solo il 17 per cento di tutte le transazioni effettuate in Gran Bretagna avviene in contanti.

Il 2010 è l’anno della svolta per il Regno Unito, gli acquisti effettuati tramite carte di debito e di credito superano quelli con denaro contante.

Di questo passo, affermano gli analisti, entro il 2022 diminuiranno ulteriormente, scendendo di un terzo rispetto ad oggi.

Mentre per un italiano è ancora impensabile recarsi dal giornalaio e comprare il quotidiano chiedendo di poter utilizzare il POS, per gli inglesi è quasi un’abitudine.

Non è da escludere che di questo passo, così come già accaduto col mezzo penny, vengano ritirate dalla circolazione le monete da uno e due penny.

Un caso simile è quello del Canada che lo scorso anno ha visto ritirata la moneta da un penny con la conseguente richiesta ai commercianti di arrotondare i prezzi a cinque centesimi, l’unità monetaria più comune.

 

Fonte: The Times

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone