Standardizzazione di strumenti di pagamento e incasso tra aziende, PA e banche. Questi i principali vantaggi del CBI (Corporate Banking Interbancario) che razionalizza e semplifica il colloquio telematico con tutti gli istituti finanziari. L’infrastruttura è governata dal Consorzio CBI creato nel 2008, che definisce le regole e gli standard tecnici e normativi. Approfondiamo, dunque, cosa s’intende per CBI e quali sono le terminologie e le funzioni legate a questo servizio.
Servizio CBI (Corporate Banking Interbancario)Il Corporate Banking Interbancario è un servizio bancario telematico che consente alle aziende di centralizzare i rapporti di un’impresa verso l’intero sistema bancario, in un unico punto. La Banca con la quale l’Impresa stipula il contratto di CBI è detta “Proponente”, le altre banche con le quali il Cliente intrattiene i rapporti di conto corrente sono definite invece  “Passive”.

 Le funzioni svolte dalla Banca Proponente sono:

• porsi come interfaccia verso il sistema interbancario;
• farsi carico dello scambio delle disposizioni e delle informazioni con le altre banche;
• garantire la riservatezza delle informazioni, grazie all’impegno di appositi sistemi di cifratura;
• essere responsabili della corretta esecuzione del servizio nei confronti del sistema bancario e dell’impresa;
• mettere a disposizione un applicativo web-based per l’utilizzo del servizio mediante collegamento internet.

Le funzioni svolte dalla  Banca Passiva sono:

• ricevere le disposizioni;
• trattare le informazioni ricevute nel rispetto delle norme concordate per i servizi di incasso e pagamento;
• inviare i dati di ritorno previsti;
• inviare le informazioni con le modalità e nei tempi concordati;
• garantire la riservatezza delle informazioni.


Quali sono i vantaggi del CBI?
Uno dei vantaggi nell’ utilizzare il Corporate Banking Interbancario, per un’azienda, è la possibilità di standardizzazione e di automatizzazione dei processi: è infatti possibile gestire disposizioni ed esiti in forma aggregata in maniera tale da non doverli gestire singolarmente e, attraverso la predisposizione dei software gestionali aziendali, in maniera tale da poterli lavorare in maniera totalmente automatizzata.

 

Esempio di utilizzo:
Mario è un amministratore di condominio. La sua difficoltà è di gestire in modo organizzato i flussi finanziari dei vari condomini. Decide allora di attivare il Servizio CBI, per gestire su un unico accesso più conti bancari appartenenti a diverse banche destinatarie e di conseguenza organizzare in modo più efficiente un volume consistente di disposizioni di incasso e pagamento.

Con il Servizio CBI adesso può:

  • Visualizzare C/C e saldi;
  • Visualizzare movimenti di C/C;
  • Visualizzare le transazioni POS;
  • Gestire Informative, Pagamenti e Incassi.

Il servizio è utile anche per le aziende che vogliono automatizzare i processi e preferiscono integrare il CBI ai propri applicativi aziendali, ed è, infine, rivolto a tutte le aziende che vogliono gestire con un unico accesso più conti bancari.

 

Attiva il Servizio CBI di Moneynet: http://cms.moneynet.it/istituto-di-pagamento/servizio-cbi-corporate-banking-interbancario.html

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone